UP

Quando guardi a lungo nell’abisso, l’abisso ti guarda dentro.

comunità UP

UP è una Comunità Educativa Riabilitativa (CER), a carattere residenziale che accoglie un massimo di 12 minori, di entrambi i generi, in età compresa tra i 14 e i 21 anni con abuso e dipendenza da sostanze leggere e dipendenze comportamentali quali:

  • Abuso di sostanze (non con gravità tale da richiedere l’inserimento in una comunità terapeutica);
  • Abuso di tabacco;
  • Abuso e disturbo da uso di alcol;
  • Dipendenze comportamentali (gioco d’azzardo, internet e nuove tecnologie, social network).

Vengono accolti ragazzi affidati dal Tribunale dei Minori con decreto di collocamento in Comunità, minori in percorso di sanità penitenziaria con disposizione misura cautelare in Comunità ex art. 22 DPR 448/88 o pena alternativa di Messa Alla Prova in Comunità per reati collegati alla tossicodipendenza, per i quali la dipendenza è una problematica primaria.

I ragazzi sono costantemente seguiti nel loro percorso Riabilitativo/Riparativo e nel loro percorso psicologico all’interno della Comunità. Un’equipe specializzata nelle dipendenze segue il minore nella disintossicazione e nella valorizzazione delle risorse personali e del nucleo familiare, con il fine di riscoprire il valore di una vita libera dalla dipendenza.

Al loro ingresso, i minori vengono accolti previa valutazione psicodiagnostica e dei criteri d’inclusione. Nei primi 45 giorni di permanenza, soggiornano in isolamento all’interno della Comunità al fine favorire il loro graduale adattamento alla vita comunitaria. A ciascun ragazzo viene assegnato uno psicologo di riferimento ed un terapeuta, che lo seguiranno durante tutto il loro percorso educativo e riabilitativo. Il progetto di intervento è di tipo multidisciplinare:
  • Assistenziale ed educativo: per favorire la cura della persona e dei propri spazi;
  • Psicologico: per un sostegno sulle criticità del qui ed ora e sullo sviluppo di risorse e strategie di fronteggiamento nel quotidiano;
  • Psicoterapeutico: secondo un approccio di tipo cognitivo-comportamentale, considerato il più efficace nel trattamento delle dipendenze, allo scopo di modificare i comportamenti di dipendenza modificando i costrutti cognitivi che sono alla base del comportamento dipendente o promuovendo i costrutti positivi o la motivazione a cambiare il comportamento.
  • Psicofarmacologico e sanitario: l’equipe specializzata si occupa della somministrazione e del monitoraggio dell’eventuale terapia farmacologica impostata dai Servizi sanitari ai quali il ragazzo è in carico; l’equipe si prende cura anche della gestione delle visite e degli esami medici richiesti.
UP
Contatti